In qualsiasi sistema audio, la qualità finale dipende dagli altoparlanti. La migliore registrazione, codificata su un dispositivo di memorizzazione più avanzato è interpretata da
un amplificatore, e la qualità del suono dipende proprio dalla bontà del sistema collegato cioè dagli altoparlanti stessi.
L’altoparlante di un sistema è il componente che prende il segnale elettronico memorizzato su apparecchiature come CD,nastri e DVD e li trasforma in suono reale che si può sentire appunto attraverso delle casse acustiche o altoparlanti.
In questo articolo, scopriremo esattamente come gli altoparlanti riescono a farlo.
Vedremo anche  come i disegni dei diffusori diversi possano influenzare il suono, e come queste differenze influenzano la qualità del suono.
Gli altoparlanti sono degli strumenti apparentementi complessi e che hanno avuto un profondo impatto sulla nostra cultura.
Ma il loro cuore, è fatto da un dispositivo molto semplice.
L’altoparlante può essere utilizzato come:
1. Un microfono/diffusore cioè per raccogliere i comandi che l’utente che sta dando ad un software o un programma.
2. Può essere collegato ad un dispositivo collegato ad una scheda audio di un computer che emette suoni generati dal computer.
Gli altoparlanti sono valutati in base alla Risposta in frequenza, distorsione armonica totale e
Watts. La risposta in frequenza è il tasso che misura gli alti e bassi del suono che il
diffusore produce, distorsione armonica totale ( THD ) è il totale di distorsione generato da
amplificare il segnale, e la Watts è la quantità di amplificazione per i diffusori.
Nel nostro catalogo potrai trovare i migliori altoparlanti a prezzi accessibili.