Mixer audio

Il mixer audio è un dispositivo
elettronico che si utilizza per miscelare ovvero mixare segnali audio. Può mescolare segnali analogici o digitali, a seconda del
tipo. I segnali modificati (tensioni o campioni digitali) sono sommati per
produrre i segnali combinati di uscita.
Il mixer è impiegato in molti ambiti diversi ma una semplice
applicazione potrebbe essere fare in modo ad esempio che i segnali provenienti
da due microfoni separati vengano percepiti come un unico audio da un set di
altoparlanti contemporaneamente, Nel caso di utilizzo nelle performance live,
il segnale prodotto dal mixer normalmente viene direttamente inviato ad un
amplificatore a meno che il mixer usato sia alimentato o amplificato, cioè
abbia l’amplificatore incorporato. Tutte le tipologie di mixer, analogici o
digitali hanno in comune la caratteristica di avere più ingressi e una uscita
costituita dai segnali opportunamente miscelati. I dispositivi digitali sono
più versatili di quelli analogici e spesso includono funzionalità di
elaborazione automatiche come compressione, riverbero e delay ma hanno anche un
inevitabile ritardo di propagazione dell’ordine di pochi millisecondi. I mixer
analogici continuano tuttavia ad essere molto popolari anche perchè la presenza
di manopole, fader e pulsanti per ogni funzione è rassicurante per chi lo
utilizza. Per questo necessitano di pià spazio fisico ma hanno una risposta più
rapida alle mutevoli condizioni di esecuzione. La maggior parte dei mixer
digitali sfruttare la tecnologia per ridurre i requisiti di spazio fisico del
loro prodotto, che comporta compromessi nell’interfaccia utente.