1–24 di 32 risultati

L’equalizzatore è un dispositivo
elettronico, un filtro, impiegato per eliminare conflitti di frequenza tra i
vari segnali sonori ovvero per ridurre la distorsione di un segnale e
uniformare la risposta in frequenza in modo che il segnale elettrico di uscita
sia quanto più possibile uguale al segnale di ingresso. Per fare questo vengono
utilizzati dei circuiti capaci di amplificare o attenuare determinate
frequenze. Per equalizzare le basse frequenze è preferibile usare bande di
frequenza più strette mentre per le alte frequenze meglio usarne di più larghe. 

Esistono diverse tipologie di equalizzatori in base alla loro funzione e al
loro impiego. I sistemi più semplici, i cui circuiti sono composti
semplicemente da resistenze e condensatori, sono ad esempio quelli presenti nei
sitemi Hi-fi e apparecchiature portatili mentre quelli più complessi sono
impiegati ad esempio negli studi di registrazione. Servono anche per l’eliminazione
di suoni non voluti, per rendere alcune voci o suoni più prominenti, migliorare
alcuni aspetti dei toni di qualche strumento, per aggiustare il timbro di
strumenti individuali aggiustando il contenuto della loro frequenza. A livello
mixer sono usati per inserire i singoli strumenti all’interno dello spettro di
frequenza generale. 

Gli equalizzatori più comuni nel campo della produzione
musicale sono grafici, come quelli inclusi in molte apparecchiature e software
audio, oppure parametrici. Questi ultimi richiedono più esperienza per essere
utilizzati ma offrono anche risultati migliori di compensazione o alterazione
intorno una determinata frequenza, per rimuovere o creare ad esempio una
risonanza.