Visualizzazione di 10 risultati

Il mixer in ambito musicale è un’attrezzatura elettronica impiegata per miscelare, equalizzare e ottimizzare segnali audio anche diversi tra loro provenienti da supporti di memorizzazione o direttamente da strumenti musicali dal vivo. 

Valorizzare un suono significa anche agire sul timbro, sul volume e sulla profondità e spazialità. Il mixer dispone di strumenti per elabore il segnale, filtrarlo, aggiungere effetti e infine salvare il prodotto fonografico in uscita. Manipola il livello del segnale, le sue frequenze e la sua dinamica per ottenere un suono più accattivante. E’ usato negli studi di registrazione per creare quello che si chiama master oppure dai dj per le loro creazioni musicali o anche nelle trasmissioni radiofoniche. 
Il mixer ha diversi ingressi, ognuno riceve una traccia diversa e possono avere generalmente due uscite nel caso di mixaggio stereo a due canali oppure otto nel caso di sorround. Offre principalmente tre funzionalità,  il mixaggio, cioè la somma di piu segnali che solitamente è fatto da amplificatori dedidati o da un semplice algoritmo nel caso di segnale digitale; l’instradamento, che direziona il segnale sorgente nei bus interni o in unità di processamento esterne; il processamento, che può essere fatto in alcuni mixer che includono equalizzatori e compressori. Infine il segnale cosi ottenuto puo essere indirizzato a diverse unità esterne come ad esempio le casse per la diffusione sonora. Tale collegamento avviene tramite opportuni cavi che utilizzano connettori XLR, jack ed RCA.
Bisogno di aiuto? Chatta qui